Lago del Salto


Provincia di Rieti

E’ il bacino artificiale piu’ grande del Lazio. Creato nel 1940 da una imponente diga alta 90 metri il lago dalle coste frastagliatissime occupa la valle dove correva l’omonimo torrente,parallela a quella del Turano dove sorge l’altro invaso artificiale della regione. Conosciuto anche come Lago del B.go S.Pietro dal nome del paese che fu sommerso dalle acque del bacino raggiunge una profondita’ di 90 metri. Si trova pressappoco alla stessa altezza del Lago del Turano (535 mt. s.l.m.) da cui e’ diviso dalle pendici del M.te Navegna ed e’ invece collegato con un canale artificiale di 9 Km circa. Seppur simile al suo vicino il lago del Salto e’ piu’ grande,lungo 10 Km e largo mediamente quasi 1 Km ha un perimetro che si snoda per 57 Km con una varieta’ di paesaggi notevolmente superiore a quella del Turano. Sui suoi lati si aprono continui "fiordi" che occupano quelli che un tempo erano scoscesi dirupi boscosi ora colmati d’acqua a formare angoli ed insenature che non sembrano neanche italiani. La strada si snoda a zig zag tra boschi di querce e castagno,seguendo a volte la riva del lago e a volte traversando con stretti ponticelli le infinite insenature dando sempre il senso di trovarsi in mezzo ad una natura selvaggia e incontaminata .

Cosa vedere
Borgo S.Pietro e gli altri centri che furono sommersi dalle acque e ricostruiti sulle rive, Tiglieto, Fiumata e S. Ippolito non offrono particolari attrattive. Piu’ in alto , sulle ampie pendici soleggiate del M.te Nuria, Petrella Salto e Fiamignano, i maggiori centri della zona sono senz’altro piu’ interessanti. Merita senz’altro una visita il Monastero delle Clarisse che si trovava a B.go S.Pietro con affreschi quattrocenteschi e cinquecenteschi nella cappella rimontata presso la nuova chiesa del paese.

Come arrivarci
Da Rieti si segue la SS578 in direzione appunto Lago del Salto , da Roma invece si puo’ utilizzare l’Autostrada A-24 Roma-L’Aquila uscendo all’uscita Valle del Salto e seguire le indicazioni per Rieti. Da qualsiasi parte la si prenda , la strada offre scorci naturalistici splendidi.




It is the largest artificial lake in Lazio. Created in 1940 thanks to a 90-meter high dam, the lake is very indented and lies in the valley where a torrent bearing the same name used to run. The valley is parallel to the Turano one, where the other artificial lake of the region is. Also known as Borgo San Pietro Lake from the name of the village it once submerged, its altitude is more or less the same as Turano Lake�s (535 meters above sea level), from which it is divided by Mount Navegna. It is also connected to a 9-kilometer long artificial canal.Salto Lake is 10 kilometers long and 1 kilometer large. Its perimeter is 57 kilometers changing scenery all the time.

What to see
Borgo San Pietro and the other villages submerged by the lake and later rebuilt, Tiglieto, Fiumata and San Ippolito, are not particularly interesting. One most go up a little bit to find much more fascinating villages such as Petrella Salto and Fiamignano. The monastery in Borgo San Pietro is also worth visiting because of its frescos from 1400s and 1500s.

How to reach the lake
From Rieti, take SS578 towards Salto Lake. From Rome take Highway A-24 Rome-L�Aquila and get off at Valle del Salto exit. Then, follow street signs indicating Rieti.