Lago di Sabaudia


Provincia di Latina

Conosciuto anche con la denominazione di Lago di Paola e’ forse il piu’ noto dei laghi litoranei della provincia di Latina. Dalla forma irregolare,con numerosi insenature che si protendono verso l’abitato della razionalista Sabaudia,questo lago salmastro corre parallelo al mare dal quale e’ diviso dal cordone di dune per circa 6,7 Km. Ha una superficie di circa 3,9 Kmq e una profondita’ media e’ circa 4,5 mt,mentre il perimetro misura circa 20 Km. I 6 bracci soni letti di antichi fiumi che si addentrano nella campagna assumendo varie denominazioni : Bagnara,Molella,Carnarola,Arciglioni,Caprara e Annunziata. Un tempo tutto il litorale tirrenico era coperto da una folta vegetazione,costituita da querce,carpini e fittti intrighi di macchia mediterranea,che andavano da Cisterna a Terracina e di cui rimangono purtroppo lembi solo nella Riserva Naturale della Selva del Circeo e appunto intorno ai laghi costieri. Le acque sono utilizzate oltre che per la pratica di sport acquatici come il canottaggio anche per l’itticoltura.

Cosa vedere
Se non si e’ interessati allparchitettura razionalista di Sabaudia , citta’ creata dal nulla , una visita la merita il Parco nazionale come pure interessante e’ la zona del promontorio del Circeo coi suoi numerosi resti archeologici. E’ consigliabile inoltre una giornata al mare in una localita’ tra le piu’ ambite dai romani.

Come arrivarci
Da Roma seguire la SS148 Pontina in direzione Latina , proseguire poi verso Sabaudia e Terracina , fiencheggiando il Parco Nazionale del Cierceo appariranno sulla sinistra le indicazioni per i laghi costieri.




The lake
Also known by the name of Lake Paola and 'perhaps the most' known of the coastal lakes of the province of Latina. Irregularly shaped, with numerous coves that stretch out towards the village of rationalist Sabaudia, this brackish lake runs parallel to the sea from which and 'divided by the dune for about 6.7 Km. It has an area of ​​about 3.9 square kilometers and a depth 'media and' about 4.5 mt, while the far perimeter of about 20 km. the 6 arms soni beds of ancient rivers that enter the country by taking various names: Bagnara, Molella, Carnarola, Arciglioni, Caprara and Annunziata. Once all the Tyrrhenian coast was covered by a thick vegetation, made up of oak, hornbeam and fittti intrigues of Mediterranean, ranging from Cisterna to Terracina and of which there are unfortunately only flaps in the Natural Reserve of the Selva del Circeo and precisely around the lakes coastal. The waters are used not only for the practice of water sports such as boating also for fish farming.

What to see
If you aren't interested to rationalist architecture of Sabaudia, city' created from nothing, is worth a visit the National Park as well as interesting, 'the promontory of Circeo area with its many archaeological remains. It 'also recommended a day at sea in a place' among the most 'sought-after by the Romans.

Directions
From Rome follow the SS148 Pontina towards Latina, then onward to Sabaudia and Terracina, fiencheggiando the Cierceo National Park appear on the left the indications for the coastal lakes.