Lago di Nemi



 (Lacus Nemoriensis )


Provincia di Roma

Il lago
Si trova a 316 metri s.l.m. e occupa fondo di un cratere vulcanico dei Colli Albani,gruppo montuoso a sud-est di Roma che comprende anche il lago Albano. Ha una superficie di 1,67 Kmq circa e una profondita’ massima di 33 metri. Il suo nome deriva da Nemus ("bosco sacro") Dianae,infatti sulle sue rive sorgeva un tempio dedicato a Diana,l’antica dea della caccia,ma anche della natura,personificazione della vita vegetale e animale. Ora,col passare dei secoli ,quello che rimane del tempio situato sulle rive del lago si trova a parecchie centinaia di metri dalla sua riva,per l’abbassamento di livello del lago stesso. Il Tempio di Diana fu fatto restaurare dall’imperatore Caligola che fece costruire anche due navi lunghe una settantina di metri e larghe una ventina che dovevano servire per cerimonie religiose e per i suoi otia. Proprio la vicenda di queste due navi recuperate dopo centinaia di anni nei primi anni trenta ma distrutte nel 1944 e’ una delle piu’ affascinanti storie che ruotano attorno a questo lago.

Cosa vedere
Il museo ricostruito nel dopoguerra che contiene i modelli ricostruiti (ma ridotti ad 1/5 del vero) delle 2 navi piatte ,ancore,reperti in bronzo e una interessante sezione documentaria sulla tecnica navale romana rappresenta un "must". Intorno al lago sorgono,arroccati sugll’orlo del cratere il piccolo abitato di Nemi sul versante a nord-est e sul lato opposto Genzano,assai interessanti e piacevoli da visitare. Inoltre non bisogna dimenticare che la zona e’ giustamente famosa per la coltivazione delle fragole e proprio per questo meta di numerose escursioni dei romani.

Come arrivarci
Da Roma seguire la SS7 Appia in direzione sud e da Genzano di Roma seguire le indicazioni per il lago. E’ anche possibile seguire la SS 217 e seguire le indicazioni per Nemi. Per scendere al lago vie e’ una ripida,ma bellissima stradina che dall’abitato di Nemi si snoda tra i vigneti,mentre intorno,sui pendii scoscesi scoscesi dominano i lecci ed anche una piccola pineta.




Lacus Nemorensis
Its lies at an altitude of 316 asl in what used to be a volcanic crater southeast if Rome. Its surface is 1.67 square kilometers and it reaches 33 meters of depth. Its name originates from Nemus (sacred wood) Dianae as a temple dedicated to Diana, hunting�s goddess, used to lie by the lake�s banks. Its ruins now are located much further from it.The temple was restored upon Emperor Caligola�s wish, who also had two ships built for religious purposes.

What to see
The naval museum carrying two reproductions of the ships and other finds from the area is definitely worth visiting. On the northeast side of the lake lie Nemi, while Genzano is located on the opposite side. Moreover, one should not forget that the area is known for strawberries. Therefore, it should be visited especially in May.

How to reach the lake
From Rome take Appia SS7 south. From Genzano follow directions to the lake. It is also possible to take SS217 and follow directions to Nemi.