Rassegna Stampa

Il lago che combatte la favola dell'Ex Snia

Gli Assalti Frontali svelano il fondo dell’Ex Snia
Nel nuovo video della band le immagini subacquee del bacino della Prenestina
I pesci nuotano intorno al braccio meccanico della gru sommersa dall'acqua Bullicante. Una vecchia bicicletta inghiottita dalle alghe sembra osservare dal basso i sorrisi dei bambini che ballano sulla riva. Poi la telecamera inquadra il Cormorano rituffarsi in profondità, nuotare caccia di cibo tra i pilastri del centro commerciale mai concluso. Per la prima volta le immagini contenute nel nuovo rap degli Assalti Frontali, "Il lago che combatte - parte II", scoprono i fondali dell'unico bacino naturale di Roma. Il videoclip è stato girato il 2 giugno scorso, in occasione della festa organizzata dai movimenti per la salvaguardia del lago della ex Snia in via Prenestina, strappato alla speculazione edilizia e confiscato dal Comune al costruttore Antonio Pulcini il 5 agosto del 2014. Dopo il successo de "Il lago che combatte", scritto l'anno scorso, quando il Comune non aveva ancora formalizzato l'esproprio e il lago rischiava di tornare nelle mani di personaggi oggi indagati nell'inchiesta per Mafia Capitale, questa canzone racconta la voglia di rinascita che la città ha saputo esprimere vincendo questa battaglia - afferma Militant A, la voce degli Assalti Frontali - . Questo secondo testo è un inno alla grande vitalità che i romani hanno dimostrato. Ma è anche l'occasione per fare un punto su quanto ancora c'è da fare per la completa riqualificazione dell'area".
Rif. Repubblica.it, 23 giugno 2015