Rassegna Stampa

Il lago è bucato; le disavventure dell'Eur

Eur, il lago è bucato e l'acqua diventa balneabile per gli Ironmen
I tecnici a caccia della falla scoperta da tubi sentinella. In giornata le prime gare di nuoto e resistenza
ll laghetto dell'Eur è bucato.
La falla è stata rivelata da una serie di tubi "sentinella" che servono a dare l'allarme quando sul fondo del laghetto si aprono crepe e si verificano infiltrazioni nel sottosuolo. Nella mattinata un pool di tecnici ed esperti, a bordo di una chiatta, ha cercato per ore la falla che s'è aperta sul fondo dell'invaso artificiale, costruito in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960.
Dopo alcune ore di ricerche, i tecnici, sconsolati, hanno desistito. E hanno deciso di rinviare i lavori a lunedì, per consentire, in giornata, lo svolgimento di un evento straordinario: una gara di nuoto di mille metri, una novità assoluta nella storia del lago dell'Eur. Il "Rome Swim Event", organizzato da Ironman Italy, vede il coinvolgimento di atleti di fama mondiale appartenenti al mondo del triathlon, del nuoto e della pallanuoto, che si esibiranno nello specchio d'acqua artificiale situato nel quartiere futurista della capitale.
La manifestazione si svolge durante l'intera giornata. Ironman - brand leader nel mondo del triathlon- grazie ad un accordo con Eur Spa, per poter realizzare la gara di nuoto, ha realizzato e finanziato una azione di sanificazione delle acque che sono finalmente balneabili, inaugurando un nuovo capitolo nella storia degli eventi sportivi a Roma.
Il procedimento per rendere balneabili le acque del laghetto è stato affidato al consulente ambientale Paolo Amicucci, un esperto di fama internazionale che è stato chiamato, fra l'altro, in Azerbaigian per bonificare le acque del sottosuolo e dei laghi inquinate dal petrolio percolato nelle falde acquifere durante le trivellazioni dei pozzi. "Il laghetto - ha spiegato Amicucci - era inquinato da coliformi e da escherichia coli. Li ho combattuti con metodi naturali, immettendo tre mesi fa nelle cascatelle lato Eni, dove si trova l'ingresso dell'acqua, una grande quantità di enzimi e batteri. Grazie a questo sistema, ora l'acqua s'è ripulita e i valori sono arrivati alla soglia che consente la balneazione".
L'evento è stato presentato - nella Sala Quaroni dell'Eur Spa - da Massimiliano Smeriglio, vice presidente della Regione Lazio, Gianluca Peciola, vice presidente della Commissione Cultura e Sport di Roma Capitale, Gianluca Lo Presti, amministratore delegato Eur Spa, Luigi Bianchi, presidente Fitri, Luca Pancalli, Presidente del Cio, e Thomas Dieckhoff, ceo Ironman per Europe-Asia-Africa.
rif. Repubblica.it 16/10/2015 di Alberto Custodero